ummagumma

Forum di discussione creativa e divulgazione sociale
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Due detenuti giustiziati in Giappone, record di condanne a morte

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Arbe
Admin
avatar

Maschio
Numero di messaggi : 328
Età : 33
Località : Livorno
Data d'iscrizione : 26.10.08

MessaggioTitolo: Due detenuti giustiziati in Giappone, record di condanne a morte   Mer Ott 29, 2008 10:26 pm

Due detenuti giustiziati in Giappone, record di condanne a morte

A distanza di un mese e mezzo dall'ultima serie di impiccagioni, in Giappone sono stati giustiziati altri due detenuti, portando cosi' a 15 il numero di condanne a morte eseguite dall' inizio dell'anno. A finire sul patibolo all'alba sono stati Michitoshi Kuma, un uomo di 70 anni condannato alla pena capitale per il rapimento e l'uccisione di due ragazze di 7 anni nel 1992, e Masahiro Takashio, 55 anni, colpevole di aver accoltellato e ucciso nella prefettura di Fukushima un'anziana e sua figlia nel 2004 durante un tentativo di rapina.

Quelle di stamani sono le prime esecuzioni autorizzate dal ministro della Giustizia Eisuke Mori, entrato in carica alla fine di settembre con il varo del governo del premier Taro Aso. "Faro' applicare la legge in maniera esemplare - aveva detto Mori durante la sua prima conferenza stampa - seguendo scrupolosamente quanto indicato dalle sentenze dei tribunali".

I 15 detenuti messi a morte da inizio 2008 sono il livello piu' alto dal 1999, anno in cui il governo ha cominciato a rendere noti nomi e numero delle esecuzioni. La pena capitale viene applicata in Giappone per gli omicidi plurimi ed efferati, con particolari aggravanti come violenza sessuale, incendi o danneggiamenti di luoghi pubblici.

Il condannato ignora la data dell'impiccagione fino alla mattina dell’esecuzione e i familiari vengono avvertiti solo a sentenza eseguita. E' il ministro della Giustizia a dare l'ultimo assenso alla condanna, emanata dai giudici della Corte Suprema.

fonte: rainews24.it

_________________
Charles De Gaulle: Ho contro di me i borghesi, i militari e i diplomatici, e dalla mia parte solo le persone che prendono la Métro.
Erich Fromm: Il rivoluzionario che ha avuto successo è un uomo di stato, quello che non ha avuto successo è un criminale.
Abraham Lincoln: La democrazia è il governo del popolo, dal popolo, per il popolo.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.myspace.com/ummagummaforum
Dago

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 99
Età : 30
Località : Scurrolandia
Umore : Ubriaco
Data d'iscrizione : 26.10.08

MessaggioTitolo: Re: Due detenuti giustiziati in Giappone, record di condanne a morte   Mer Ott 29, 2008 10:34 pm

Due ragazze di 7 anni. Hmmm. Meritata la condanna a morte dopo tutto.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Arbe
Admin
avatar

Maschio
Numero di messaggi : 328
Età : 33
Località : Livorno
Data d'iscrizione : 26.10.08

MessaggioTitolo: Re: Due detenuti giustiziati in Giappone, record di condanne a morte   Mer Ott 29, 2008 11:05 pm

Forse si, ma è proprio il concetto che è sbagliato.
1 - Chi ha deciso questo?
2 - Servirà davvero come esempio?
3 e più importante - Si sa dove si inizia e non si sa dove si arriva, nel senso che se hanno il record di condanne a morte potrebbero benissimo arrivare ad un punto che fanno fuori tanta gente non dico a caso ma quasi, capisco che sono tanti e non ci entrano più in quello staterello ma non mi pare la soluzione migliore. Sono una nazione "civilizzata" e non mi sembra, a parer mio, un esempio di civilizzazione.

_________________
Charles De Gaulle: Ho contro di me i borghesi, i militari e i diplomatici, e dalla mia parte solo le persone che prendono la Métro.
Erich Fromm: Il rivoluzionario che ha avuto successo è un uomo di stato, quello che non ha avuto successo è un criminale.
Abraham Lincoln: La democrazia è il governo del popolo, dal popolo, per il popolo.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.myspace.com/ummagummaforum
Dago

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 99
Età : 30
Località : Scurrolandia
Umore : Ubriaco
Data d'iscrizione : 26.10.08

MessaggioTitolo: Re: Due detenuti giustiziati in Giappone, record di condanne a morte   Gio Ott 30, 2008 12:30 am

Non penso neanche esista un paese civilizzato al 100%.
Ma dimmi, che utilità hanno queste persone per la società? Sono solo un peso. Una piaga.
La pena di morte in effetti non è il sistema migliore.
Ne esistono di molti più efficaci tipo questi:

Per comprendere veramente cosa si prova veder morire 2 bambine cosi piccole penso bisogna essere nei panni dei genitori.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Edoz
Admin
avatar

Maschio
Numero di messaggi : 180
Età : 31
Località : La Edo-Caverna
Umore : Schizzato (con lampi di genio)
Data d'iscrizione : 28.10.08

MessaggioTitolo: Re: Due detenuti giustiziati in Giappone, record di condanne a morte   Gio Ott 30, 2008 2:40 pm

La condanna a morte, secondo sociologi e psicanalisti di tutto il mondo, è la definitiva negazione al reinserimento del detenuto nella società e quindi al suo definitivo recupero. Quando però si tratta di violenze su minorenni la cosa comincia a farsi delicata. Gisustamente non possiamo emanare condanne a morte con leggerezza, però ci sono alcuni reati difficili da giudicare.
L'imporatante a mio avviso è che lo stato non perdà l'umanità che ogni stato dovrebbe possedere...purtroppo nella maggior parte dei casi questa è solo un'utopia.
jocolor
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Due detenuti giustiziati in Giappone, record di condanne a morte   

Torna in alto Andare in basso
 
Due detenuti giustiziati in Giappone, record di condanne a morte
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Giappone, Gruppo Sanguigno e Personalità
» Viaggio in Giappone
» quanto ci vuole dal Giappone?
» gruppi sanguigni e fattori rh
» Gastone Biggi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ummagumma :: Articoli & Citazioni :: Giornali & Giornalisti-
Vai verso: